Endodonzia

L’endodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa di rimuovere la polpa dentale (fascio vascolo-nervoso presente nella camera coronale e nei canali radicolari) infiammata o infetta per un danno provocato da una carie profonda, dall’esito di interventi sul dente o da un un trauma dentale.

La cura endodontica o “devitalizzazione” prevede la rimozione della polpa infiammata e infetta, la sagomatura e la detersione della camera e dei canali radicolari e il loro riempimento con materiale plastico (guttaperca) e cemento canalare.

La percentuale di successo di una cura canalare corretta è elevatissima, ma tale percentuale diminuisce nei casi di ritrattamento endodontico, quando si deve intervenire di nuovo per la presenza di infezioni periapicali dovute a una cura canalare incompleta o inadeguata, o per infiltrazione di batteri sotto vecchie ricostruzioni o corone.